Marco

Fin da piccolo ho sempre avuto unA passione per la natura

Crescendo questa passione ha preso una connotazione più specifica e la mia attenzione si è focalizzata sul mondo degli uccelli, in particolare i pappagalli.

Mi sono chiesto più volte perché la passione per i volatili: da bambino mi piacevano  i colori, da grande mi affascinava il fatto che ad un certo punto, quando sono pronti, trovano il coraggio di fare un salto nel vuoto ed iniziare la loro lotta per la vita.

Sono cresciuto in un paese di campagna e gli animali da cortile erano di casa.

Diplomato in Ragioneria, ho avuto la fortuna di trovare lavoro (allora era più facile) in una grossa azienda.
Sono rimasto per 25 anni imparando molto e ottenendo anche belle soddisfazioni ma negli ultimi anni, grandi delusioni. Ad essere sincero un piccolo pezzettino di cuore ce l’ho lasciato, soprattutto per i colleghi, e per alcune persone molto speciali che ho avuto la fortuna di conoscere e diventarne amico.

In questi anni la mia passione comunque è sempre stata presente, ed ho iniziato a pensare, di far diventare il mio lavoro quella che è la mia passione.
Gli animali, la natura, i suoi tempi, le sue regole.

In questo percorso, durato qualche anno, mi sono avvicinato anche al mondo delle api e ne sono rimasto affascinato.
Credo sia stato questo piccolo insetto a darmi la spinta finale, quello stimolo che mi ha fatto trovare il coraggio di fare il salto, di abbandonare il nido, come gli uccellini.

Alla fine con la mia compagna abbiamo deciso di aprire la nostra fattoria.
Abbiamo lavorato tanto, sia di testa che di braccia, ma adesso è fatta.
Ora dobbiamo lavorare ancora tanto, farla crescere.
Il lavoro non ci spaventa e siamo fiduciosi che le soddisfazioni arriveranno.

Uno degli obiettivi più importanti che ci siamo posti è quello di trasmettere i valori e le conoscenze di questo mondo rurale: il mangiare sano, la sostenibilità, il rispetto per l’ambiente.
Per questo ci stiamo organizzando per fare anche fattoria didattica.